Ecco perchè il comma 1 Quater dell'art. 29 della Legge 27/02/2009 n. 14 è da considerarsi sospeso nella propria efficacia applicativa !!!!

In questi giorni, in attesa della risposta del Ministro dei Trasporti alla interrogazione parlamentare richiesta dall'ANITraV attraverso l'on. Carlo Monai,c'è una discussione aperta sul fatto se la Legge 21/1992 sia in vigore così come originariamente scritta o se così come modificata dall'ormai famoso "Decreto Legge Milleproroghe del 2008"; facciamo con voi una analisi aprrofondita per dimostrare che la Legge in vigore è quella originaria scritta nel 1992.



  1. I servizi adibiti al trasporto pubblico non di linea di persone per conto terzi (che contano oltre 80.000 imprese attive nel settore) sono assoggettati alla Legge 15 gennaio 1992 n. 21 e che con il D.L. 30 dicembre 2008 n 207, convertito con modificazioni nella Legge 27 febbraio 2009 n 14, la disciplina del settore ha subito sostanziali modifiche;
  2. In particolare le modifiche dettate dal comma 1-quater dell’art. 29 della citata Legge 14/2009 sono state ritenute contrastanti con l’ordinamento vigente per diversi profili di criticità sia sotto il profilo costituzionale che comunitario;
  3. Nella Legge del 9 aprile 2009 n. 33 di conversione del D.L. n. 5 del 10/02/2009 l’art. 7-bis ha previsto la sospensione dell’efficacia di disposizioni in materia di trasporto persone mediante autoservizi non di linea così prescrivendo: “  1. Nelle more della ridefinizione della disciplina dettata dalla legge 15 gennaio 1992, n. 21, in materia di trasporto di persone mediante autoservizi non di linea, da effettuare nel rispetto delle competenze attribuite dal quadro costituzionale e ordinamentale alle regioni ed agli enti locali, l'efficacia dell'articolo 29, comma 1-quater, del decreto-legge 30 dicembre 2008, n. 207, convertito, con modificazioni, dalla legge 27 febbraio 2009, n. 14, e' sospesa fino al 30 giugno 2009.”
  4. Con il D.L. 1 luglio 2009 n 78, convertito con modificazioni nella Legge 3 agosto n 102, all’art. 23, comma 2, il predetto termine di sospensione è stato prorogato al 31 dicembre 2009. ulteriormente prorogato al 31.3.2010 con il DL 30 dicembre 2009 n.194, convertito in Legge  26 febbraio 2010 n. 25, dall’art. 5, comma 3,
  5. In prossimità della scadenza della proroga il D.L. 25 marzo 2010 n 40, convertito con modificazioni nella Legge 22 maggio 2010 n 73 il termine di sospensione dell’entrata in vigore del comma 1-quater dell’art. 29 della Legge 27 febbraio 2009 n. 14, all’art. 2, comma 3, detta una norma che si incardina su quanto previsto dall’art. 7-bis della Legge n. 33/2009:  “Ai fini della rideterminazione dei principi fondamentali della disciplina di cui alla legge 15 gennaio 1992, n. 21, secondo quanto previsto dall'articolo 7-bis, comma 1, del decreto-legge 10 febbraio 2009, n. 5, convertito, con modificazioni, dalla legge 9 aprile 2009, n. 33, ed allo scopo di assicurare omogeneita' di applicazione di tale disciplina in ambito nazionale, con decreto del Ministro delle infrastrutture e dei trasporti, di concerto con il Ministro dello sviluppo economico, previa intesa con la Conferenza Unificata di cui al decreto legislativo 28 agosto 1997, n. 281, sono adottate, entro e non oltre il termine di sessanta giorni decorrenti dalla data di entrata in vigore del presente decreto, urgenti disposizioni attuative, tese ad impedire pratiche di esercizio abusivo del servizio di taxi e del servizio di noleggio con conducente o, comunque, non rispondenti ai principi ordinamentali che regolano la materia. Con il suddetto decreto sono, altresi', definiti gli indirizzi generali per l'attivita' di programmazione e di pianificazione delle regioni, ai fini del rilascio, da parte dei Comuni, dei titoli autorizzativi.”
  6. Nella Legge 122 del 15/07/2010 all’art. 51, comma 7 viene prevista una ulteriore proroga relativa a quanto previsto dall’art. 2 , comma 3 della Legge n 73/2010;
  7. Ancora una volta, con la Legge n 10/2011 detto termine viene ulteriormente prorogato al 31/03/2011;
  8. Successivamente, lo stesso termine è stato in ultimo prorogato al 31/12/2011 con DPCM pubblicato in data 31/03/2011 nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica Italiana – Serie Generale n 74 .

Ora le varie interpretazioni sul fatto che il comma 1Quater dell'art. 29 della Legge 27/02/2009 n. 14 sia o meno stato sospeso nella propria efficacia girano intorno al punto 5. della sopra esposta cronistoria  e più esplicitamente se il DL 40/2010, convertito in Legge 22/05/2010 n. 73, abbia prorogato la sospensione dll'efficacia del comma 1 quater dell'art. 29 del Milleproroghe 2008 oppure abbia dato indicazione ai Ministri di emanare decreti attuativi allo stesso comma 1 quater suddetto ; in tale D.L. 40/2010 così si legge :  

  “Ai fini della rideterminazione dei principi fondamentali della disciplina di cui alla legge 15 gennaio 1992, n. 21, secondo quanto previsto dall'articolo 7-bis, comma 1, del decreto-legge 10 febbraio 2009, n. 5, convertito, con modificazioni, dalla legge 9 aprile 2009, n. 33, ed allo scopo di assicurare omogeneita' di applicazione di tale disciplina in ambito nazionale, con decreto del Ministro delle infrastrutture e dei trasporti, di concerto con il Ministro dello sviluppo economico, previa intesa con la Conferenza Unificata di cui al decreto legislativo 28 agosto 1997, n. 281, sono adottate, entro e non oltre il termine di sessanta giorni decorrenti dalla data di entrata in vigore del presente decreto, urgenti disposizioni attuative, tese ad impedire pratiche di esercizio abusivo del servizio di taxi e del servizio di noleggio con conducente o, comunque, non rispondenti ai principi ordinamentali che regolano la materia. Con il suddetto decreto sono, altresi', definiti gli indirizzi generali per l'attivita' di programmazione e di pianificazione delle regioni, ai fini del rilascio, da parte dei Comuni, dei titoli autorizzativi.”

Come si noterà la premessa all'interno dell'art. 2 comma 3 dello stesso decreto Leggislativo (divenuto poi Legge n 73/2010) è la seguente : "....secondo quanto previsto dall'articolo 7-bis, comma 1, del decreto-legge 10 febbraio 2009, n. 5, convertito, con modificazioni, dalla legge 9 aprile 2009, n. 33, ..." quindi sicuramente il DL 40/2010 ruota intorno all'art. 7 bis del DL 5/2009 e si sviluppa su quanto stabilito dallo stesso art. 7 bis ; ma cosa dice questo art. 7 bis? Di certo la ragionevolezza del DL 40/2010 ed il senso dello stesso Decreto affonda la propria esistenza sul concetto di sospensione dell'efficacia del comma 1 Quater dell'art. 29 del Milleproroghe del 2008, infatti il suddetto art. 7 bis così recita:

"Sospensione dell'efficacia di disposizioni in materia di trasporto di persone mediante autoservizi non di linea"

"Nelle more della ridefinizione della disciplina dettata dalla legge 15 gennaio 1992, n. 21, in materia di trasporto di persone mediante autoservizi non di linea, da effettuare nel rispetto delle competenze attribuite dal quadro costituzionale e ordinamentale alle regioni ed agli enti locali, l'efficacia dell'articolo 29, comma 1-quater, del decreto-legge 30 dicembre 2008, n. 207, convertito, con modificazioni, dalla legge 27 febbraio 2009, n. 14, e' sospesa fino al 30 giugno 2009."

La data del 30 giugno 2009 è un termine che non influisce sul senso e la volontà del Legislatore, ciò che conta infatti è la "ragione" della norma e nel caso la "ratio" vuole che "l'efficacia dell'articolo 29, comma 1-quater, del decreto-legge 30 dicembre 2008, n. 207, convertito, con modificazioni, dalla legge 27 febbraio 2009, n. 14, e' sospesa ..." sino a quando  (dal DL 40/2010) "con decreto del Ministro delle infrastrutture e dei trasporti, di concerto con il Ministro dello sviluppo economico, previa intesa con la Conferenza Unificata di cui al decreto legislativo 28 agosto 1997, n. 281, sono adottate, ............., urgenti disposizioni attuative, tese ad impedire pratiche di esercizio abusivo del servizio di taxi e del servizio di noleggio con conducente o, comunque, non rispondenti ai principi ordinamentali che regolano la materia. Con il suddetto decreto sono, altresi', definiti gli indirizzi generali per l'attivita' di programmazione e di pianificazione delle regioni, ai fini del rilascio, da parte dei Comuni, dei titoli autorizzativi."

Tali "disposizioni attuative" non sono riferite alla Legge 21/1992 modificata dal "Milleproroghe 2008" ma alla Legge 21/1992 come originariamente scritta, ricordate cosa dice l'art. 7 bis ? " nelle more della ridefinizione della disciplina dettata dalla Legge 15 gennaio 1992 n 21..."  altrimenti non si capisce perchè dovrebbero essere emanate disposizioni attuative su una Legge (quella modificata dal comma 1 quater del Milleporoghe 2008) che nella propria conclamata incostituzionalità (proclamata tale dallo stesso Governo, dal AGICOM ed in tutti gli atti parlamentari ad essa successivi) pone fine a tutte le forme di abusivismo poichè cancella di fatto l'esercizio e lo scopo del servizio di noleggio con conducente limitandone l'attività ad un sub-taxi operante solo nel teritorio del comune che rilascia l'autorizzazione.

Ma leggiamo il testo del DL 40/2010 integrato con quanto disposto dall'art. 7 bis del DL 5/2009 (in rosso l’art. 7 bis) – i termini di scadenza vengono omessi poiché inifluenti con la ratio che muove i principi dei Decreti Leggi ed anche perché nel tempo sono stati prorogati nella loro scadenza sino al 31/12/2011:

 “Ai fini della rideterminazione dei principi fondamentali della disciplina di cui alla legge 15 gennaio 1992, n. 21, nelle more della ridefinizione della disciplina dettata dalla legge 15 gennaio 1992, n. 21, in materia di trasporto di persone mediante autoservizi non di linea, da effettuare nel rispetto delle competenze attribuite dal quadro costituzionale e ordinamentale alle regioni ed agli enti locali, l'efficacia dell'articolo 29, comma 1-quater, del decreto-legge 30 dicembre 2008, n. 207, convertito, con modificazioni, dalla legge 27 febbraio 2009, n. 14, e' sospesa …………., allo scopo di assicurare omogeneita' di applicazione di tale disciplina in ambito nazionale, con decreto del Ministro delle infrastrutture e dei trasporti, di concerto con il Ministro dello sviluppo economico, previa intesa con la Conferenza Unificata di cui al decreto legislativo 28 agosto 1997, n. 281, sono adottate, …………………….. urgenti disposizioni attuative, tese ad impedire pratiche di esercizio abusivo del servizio di taxi e del servizio di noleggio con conducente o, comunque, non rispondenti ai principi ordinamentali che regolano la materia. Con il suddetto decreto sono, altresi', definiti gli indirizzi generali per l'attivita' di programmazione e di pianificazione delle regioni, ai fini del rilascio, da parte dei Comuni, dei titoli autorizzativi.”

 

Terminiamo qui questa noiosa ma necessaria disquisizione su una vicenda che ha visto determinare scompiglio nelle attività imprenditoriali di oltre 80.000 imprese di ncc, da quattro dilettanti allo sbaraglio, capitanati da un Gianni Alemanno in cerca di voti; una faccenda assurda che implica circa 200.000 operatori del settore che oggi sono di fatto bloccati nel proprio sviluppo imprenditoriale da una norma incomprensibile che determina una tale confusione che anche le Autorità Garanti come l’AGICOM non ci capisce più nulla, immaginate come può capirci una Amministrazione Locale oppure un agente di Polizia che deve far rispettare la Legge… ma quale Legge?

 

Una confusione creata ad hoc, per non scontentare nessuno ed accontentare un po’ tutti…una cosa da terzo mondo…intanto il caos regna ed in attesa della risposta del Ministro all’interrogazione mossa dall’on. Carlo Monai su richiesta dell’ANITraV non ci rimane che lottare corpo a corpo, caso per caso a difesa di quel diritto che i nostri nonni ed i nostri padri scrissero sulla Costituzione Italiana… il Diritto al Lavoro !!

 

Con la speranza di essere riuscito a fare un po’ di chiarezza e di essere stato utile a qualche Amminstrazione Pubblica che legge i nostri articoli un cordiale saluto.

 

Il Presidente

Mauro Ferri

 




Anitrav Aquae
Donazione liberale ad Anitrav
Promozione_FIAT_MOTOR_VILLAGE_NCC
vantaggi e convenzioni
banner_anitrav_200_facebook(1)
banner_anitrav_200_twitter(1)



banner_anitrav_200_cerco

Siti web per NCC

  COPYRIGHT ©  A.N.I.Tra.V. C.F. 97264540580 - Tutti i diritti riservati
linea_footer

Home Page   Vantaggi             Noleggiatori Con Conducente NCC
Privacy Policy   Contatti   Realizzazione siti Web
Condizioni utilizzo servizi              Notizie ed Eventi   Sitemap



Preventivi siti Ecommerce
Web Agency Roma

Web_Agency_Roma